copertina-festeggiamenti-corbolone-2017

Edizione 2017

DAL 1965 RITORNA LA SAGRA A CORBOLONE

… da “La Fameja de Corboeon” …
S. Antonio a Corbolone si festeggia a settembre, strano vero?
Nel 1965 il parroco di allora, assieme ad alcuni parrocchiani, dopo diversi anni di interruzione, volle provare a riattivare i festeggiamenti di Corbolone da sempre dedicati a S. Antonio, ma non più a giugno bensì a settembre. Nel mese di giugno all’epoca, i campi davano molto lavoro, c’erano i bachi da seta da allevare, il grano da mietere e raccogliere, il granoturco da zappare, e le scuole terminavano a mese avanzato, mentre settembre era un mese meno impegnativo, era poco sviluppata la coltivazione della vite e le scuole riprendevano nel mese di ottobre. Nel corso degli anni tuttavia, c’è stata una profonda inversione, nel mese di giugno il lavoro è diminuito mentre a settembre c’è il grande lavoro della vendemmia…

… un po’ di storia …
… l’occasione dei 50 anni dei festeggiamenti di Corbolone, ci permette di fare un salto nel passato, ricordando alcune tappe importanti che hanno segnato la storia dell’associazione Co.Fes.Co. e dei “festeggiamenti settembrini”, tappe che alcuni collaboratori ricordano per i cambiamenti di carattere logistico, per le attività e gli eventi proposti.
Ne citiamo solo alcune… dopo i primi anni di sagra, la passione per gli uccelli ed animali da cortile di “Bepi” contagiò tutto il gruppo di collaboratori e nel 1972 venne inaugurata un piccola mostra che, di anno in anno si è ingrandita sino ad avere l’attuale configurazione, appuntamento principale della sagra di Corbolone nella 4ª domenica di settembre.
Sembra ieri ma nel 1992 l’allora presidente scriveva nel periodico “A fameja de Corboeon” che la sagra appena terminata era stata nel segno della tradizione ma anche dell’innovazione, infatti l’utilizzo della cassa computerizzata, novità assoluta, permetteva un più veloce servizio per far fronte ai numerosi ordini ottimizzando il lavoro dei tanti volontari.
Altra data importante, il 1994 che ha visto la trasformazione della mostra mercato degli animali in vera e propria Fiera denominata “Fiera di S. Antonio”, con l’ampliamento degli spazi per venditori di tutti i settori merceologici. Contemporaneamente un altro evento come la Mostra dei Vini con il Concorso Marengo d’oro, iniziata grazie alla proposta di un nostro amico e collaboratore, vedeva crescere il numero delle aziende partecipanti e nel 1997 poteva disporre di una sede fissa, all’interno dei locali Gini, molto curata ed ospitale. Ed è proprio un sempre più crescente pubblico a contribuire nella decisione di dotare la festa di una struttura fissa per la cucina ed altri locali accessori, infatti nel 2004 dopo una serie di approvazioni e collaudi la manifestazione poteva contare su una nuova cucina, rendendo più agevoli alcune attività dei volontari e potendo disporre di maggiori spazi per le attrezzature.
Sempre nel 2004, in occasione del rinnovo del consiglio direttivo, grazie alle idee di alcuni nuovi componenti si è modificata la proposta delle varie giornate, inserendo alcuni eventi particolarmente indirizzati ad un pubblico giovane, mantenendo tuttavia gli eventi di carattere tradizionale. Grazie a questo compromesso la sagra di Corbolone riusciva così ad offrire al pubblico un programma molto vario.
Successivamente, nel 2006 la decisione di aumentare gli spazi per gli stands e di spostare l’area spettacoli nell’area verde dietro la scuola, migliorando l’organizzazione sotto ogni profilo, configurazione adottata sino ad oggi.
E poi, come non ricordare l’anno 2014 del tutto particolare, in collaborazione con il “gruppo “500” è stato dato un grande contributo per i festeggiamenti del V centenario della nostra chiesa, tutto il paese in quei giorni si è immerso in una particolare ambientazione, un evento unico che rimarrà per sempre nei ricordi.

… le attività …
Tutti i cambiamenti avvenuti nel corso degli anni, hanno reso necessari degli adattamenti di carattere organizzativo e di utilizzo degli spazi, dettati anche da regolamenti normativi sempre più vincolanti, e per consentire ai volontari un lavoro più agevole e nella massima sicurezza. Per citare solo alcuni interventi, ad esempio, la cucina è stata dotata di una serie di attrezzature idonee alla preparazione e conservazione dei cibi in modo professionale e molto funzionali dal punto di vista operativo. Anche gli altri settori, negli anni, sono stati adeguati sulla base degli eventi proposti e come normale conseguenza di una crescita continua e generale.
Basti pensare a due degli eventi che caratterizzano la nostra manifestazione, la mostra vini con il concorso “Marengo d’oro”, oltre 100 aziende partecipanti, ricca di appuntamenti quali degustazioni guidate, serate a tema e incontri di carattere formativo che hanno contribuito a farla diventare uno dei migliori eventi del settore nel nostro territorio; e poi, la Fiera, la giornata più colorata ma anche più impegnativa dei nostri festeggiamenti, molto attesa dai corbolonesi che vedono il nostro paese, anche solo per un giorno, riempirsi di molti visitatori che passeggiano lungo la riviera, si soffermano per assistere ai molti eventi proposti o degustano i piatti preparati dalla nostra invidiabile cucina.
Grazie ai risultati maturati negli anni e al supporto dei numerosi sostenitori, si sono affrontate tutte le spese necessarie all’acquisto e al mantenimento delle strutture ed attrezzature e al miglioramento delle fasi operative di tutti i settori. Inoltre il Comitato Festeggiamenti concorre come di consueto alle spese per alcune feste parrocchiali e ha sostenuto molti interventi di carattere straordinario per la funzionalità dei locali di proprietà della parrocchia.

… collaborazioni e collaboratori …
Un ringraziamento, per quanto questa associazione riesce a fare, va innanzitutto a tutti i comitati che si sono susseguiti, il gruppo “sagra” negli anni scorsi ha sempre investito in tutte le attività di aggregazione, un grazie quindi a chi ha lavorato per valorizzare tutto questo, per il raggiungimento di un obbiettivo ma allo stesso tempo facendo nascere delle collaborazioni e delle vere amicizie che vanno oltre l’associazionismo, con l’umiltà e lo spirito del vero volontariato.
La nostra associazione conta oltre 200 collaboratori, in crescendo negli ultimi anni, e tra questi molti giovanissimi entusiasti di portare il loro contributo per la buona riuscita della manifestazione.
Dietro a tutto c’è sempre il lavoro silenzioso dei tanti volontari, alcuni dei quali non sono in prima linea nei giorni di festa ma permettono che al momento giusto tutto sia pronto e funzionante, ciascuno mettendo a disposizione la propria professionalità. Grazie alla competenza e disponibilità dei molti collaboratori si sono potuti affrontare gli impegni ed attività, a conferma di una continua crescita e un grande lavoro di squadra.
A tutti i numerosi collaboratori e sostenitori, quindi, va il più semplice ma doveroso GRAZIE!
… in futuro …
In futuro ci sarà sempre l’impegno nel correggere le imperfezioni, consapevoli che ci sono dei margini di miglioramento in tutte le attività e sempre pronti ad ascoltare i suggerimenti che ci vengono proposti. La nostra associazione è molto viva anche nelle nuove proposte, pur proponendo un programma già molto ricco in ogni edizione, ci sono numerose idee che non trovano spazio, e vengono solo accantonate in attesa della loro fattibilità.
Con la convinzione di condividere una bella esperienza, l’attuale gruppo farà il possibile per mantenere viva questa manifestazione, molto sentita e attesa dai corbolonesi e non solo.
Da più parti ci arrivano ad ogni occasione i complimenti per quanto riusciamo a fare, un biglietto da visita per la nostra piccola comunità.

arrow-download-icon Scarica il Libretto dei festeggiamenti di Corbolone 2017

Salva